Maratona di Roma: Anpas Lazio impegnata in ruoli chiave

Risorse-impiegatePer il 21° anno consecutivo, il Comitato Regionale ANPAS Lazio fornirà supporto operativo per lo svolgimento della 22^ Acea Maratona di Roma del prossimo 10 aprile. Una maratona, quella del Giubileo, nella quale la rappresentanza delle 20 Pubbliche Assistenze del Lazio sarà “occhi, orecchie e braccia” della manifestazione.

Le associazioni, in unità di intenti, metteranno a disposizione 200 operatori, 15 ambulanze, 2 automediche, 12 mezzi di protezione civile e 4 Punti Assistenza Sanitaria Fissa Tendati (PASFT).

Più di 16.000 atleti sono attesi sulla linea di partenza dei 42,195 chilometri e circa 60.000 partecipanti per la maratona non competitiva.

Un evento internazionale di questa portata” commenta il presidente di Anpas Lazio, Vincenzo Carlini, “richiede ampia partecipazione, ma sarà fondamentale agire coordinati e operare secondo gli standard formativi regionali. Il rispetto dei protocolli di sicurezza e prevenzione sono alla base di un buon servizio alla Maratona”.

Tutte le consorelle di Anpas Lazio, saranno impegnate in ruoli chiave. Dalla copertura sanitaria al Marathon Village, al monitoraggio e al soccorso in caso di emergenza della gara, al coordinamento degli operatori sul percorso; riconoscimento della professionalità del lavoro dei volontari.

Roma, 6 aprile 2016

Ufficio Stampa ANPAS

Comitato Regionale Lazio

ufficiostampa@anpaslazio.org

06-69202230

Seminario “Coordinamento Multidiscilipnare nei campi di accoglienza”

Aumentare la resilienza: l’esperienza del settore psicosociale di Anpas Lazio, Aprilia 2 aprile
Si è svolto ad Aprilia ospitato dalla PA CB Rondine, il seminario Formativo: coordinamento multidisciplinare nei campi di accoglienza

Si chiama Settore Psicosociale ed è diventato parte integrante del sistema di soccorso nelle situazioni di emergenza. Sabato 2 Aprile, Anpas Lazio ha presentato il frutto di un lavoro di quattro anni e lo ha condiviso con Regione, Dipartimento di Protezione Civile e le dodici PPAA intervenute con oltre 80 volontari presenti. Il seminario sul coordinamento multidisciplinare nei campi di accoglienza, ha ribadito l’efficacia di un nuovo modello di Leggi tutto

AUMENTARE LA RESILIENZA: L’esperienza del Settore Psicosociale

Seminario Formativo: coordinamento multidisciplinare nei campi di accoglienza

Dopo quattro anni di lavoro nel settore dell’emergenza di protezione civile, Anpas Lazio ha scelto la scuola Giovanni Pascoli di Aprilia per presentare, sabato 2 aprile, i risultati di uno studio sul coordinamento multidisciplinare nei campi di accoglienza di protezione civile.  Guarda l’invito

Dalla gestione dei campi di accoglienza allestiti in occasione del terremoto in Emilia, fino alla recente accoglienza dei migranti a Roma, esperti del Dipartimento della Protezione Civile, della Regione Lazio e psicologi dell’emergenza di Anpas Lazio si confronteranno su un tema che vede i volontari delle pubbliche assistenze protagonisti Leggi tutto

Meeting della solidarietà 2017

 Si è svolto l’altro ieri il consiglio nazionale Anpas presso la sede di Firenze, nel corso del quale il Comitato Regionale Lazio ha, con immensa felicità, appreso la notizia di essere sede del meeting della solidarietà 2017

Queste le parole del Presidente, Vincenzo Carlini:

“Un grande impegno che cercheremo di assolvere nella maniera migliore che richiede un grande lavoro di squadra. Sarà la prima grande manifestazione nazionale che ospiterà l’Anpas Lazio, sarà un momento di unità, di aggregazione e di condivisione dei valori fondanti il nostro movimento. Grazie alla Direzione Nazionale ed al Consiglio Nazionale per la fiducia e per l’opportunità”

Giubileo della Misericordia: i volontari Anpas pronti per l’assistenza

Saranno oltre cento i volontari dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze (ANPAS) impegnati a Roma l’8 dicembre, giorno di apertura del Giubileo a Roma, in occasione del cinquantesimo anniversario della conclusione del Concilio Vaticano II.

Una macchina organizzativa che già da settimane impegna volontari, infermieri e medici che garantiranno assistenza e supporto ai partecipanti del Giubileo della Misericordia. Oltre all’allestimento dei posti di primo soccorso e alla gestione degli interventi di soccorso e assistenza, l’8 dicembre, i volontari (medici, infermieri e soccorritori) delle pubbliche assistenze Anpas Lazio (attivate da Roma Capitale) metteranno a  disposizione squadre  da 4 e 6  volontari distribuiti su due turni e disposti su postazioni indicate dall’Ufficio Extradipartimentale della Protezione Civile. I volontari graviteranno nelle zone prossime all’apertura della porta santa in piazza San Pietro.

Un impegno, quello dell’assistenza Anpas al Giubileo, che si protrarrà per tutta la durata dell’evento: «Dopo Expo, un altro evento di portata planetaria che vede i volontari Anpas impegnati e coinvolti nel portare assistenza a chi ne ha bisogno e a partecipare all’ennesimo evento storico che porterà a Roma milioni di persone. Una collaborazione importante e un’apertura quella dimostrata da Ares 118 che ci fa ben sperare anche nell’ottica di una collaborazione futura anche all’indomani della conclusione del Giubileo della Misericordia e che non potrà che portare benefici a Roma e alle milioni persone che ogni giorno ne visitano la bellezza e la storia», ha dichiarato Fabrizio Pregliasco, Presidente Anpas. «In questo momento saranno impegnati soprattutto i volontari delle pubbliche assistenze del Lazio, ma viste le tante adesioni e richieste provenienti dalle altre pubbliche assistenze del resto d’Italia, saremo in grado di garantire un’assistenza adeguata e di alto livello per tutta la durata dell’evento», conclude Pregliasco.(Comunicato Anpas Nazionale)

«Questo Giubileo è straordinario anche per l’impegno di Anpas Lazio. Le nostre pubbliche assistenze saranno chiamate, tra l’altro, a supporto di Ares 118 e Roma Capitale mettendo in campo volontari, mezzi e attrezzature, ma soprattutto passione e disponibilità. Sarà un anno ricco di impegni ed eventi, che si andranno ad aggiungere alle attività quotidiane sui rispettivi territori di operatività. Bisognerà sviluppare una forte azione sinergica per essere in grado di soddisfare le richieste che ci saranno formulate.

Ci impegneremo al massimo per ingentilire i cuori, anche dei numerosi pellegrini stranieri che arriveranno» (Vincenzo Carlini, Presidente di Anpas Lazio).

canonizzazione2

INR 2015 – Comunicato stampa

“Io non rischio”:  campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile
17 e 18 ottobre volontari di Anpas Lazio in piazza per le buone pratiche di protezione civile

 Per il quinto anno consecutivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il weekend del 17 e 18 ottobre più di 4.000 volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” in circa 430 piazze distribuite su tutto il territorio nazionale per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Sabato 17 e domenica 18 ottobre, in contemporanea con altre piazze in tutta Italia, i volontari delle Pubbliche assistenze di Anpas Lazio parteciperanno alla campagna con un punto informativo “Io non rischio” allestito in diverse piazze della regione, per incontrare la cittadinanza, consegnare materiale informativo e rispondere alle domande su cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio.

 

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica. L’edizione 2015 coinvolge volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 25 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.

 

L’elenco dei comuni interessati dalla campagna il prossimo 17 e 18 ottobre è online sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, dove è inoltre possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.

 

Per informazioni sulla piazza: 

Anpas Lazio – info@anpaslazio.org – tel. 06/69202230

Comunicato Stampa

Comunicato Stampa concertato dal Raggruppamento dei coordinamenti

riguardante le problematiche di Protezione Civile nella nostra regione
(disponibile QUI)
Il comunicato, giunto a seguito di numerose riunioni negli ultimi mesi,
con appelli e inviti a voler considerare le istanze del
volontariato da parte della Regione sempre disattesi,
mette in evidenza
le grandi difficoltà che le associazioni di volontariato
(comprese quelle di Anpas Lazio) stanno incontrando nel
condurre ed affrontare le spese per l’attività quotidiana ed
in particolare in questo periodo per l’AIB con tutto ciò che ad esso è
connesso (visite mediche, DPI, Carburante, Manutenzione mezzi etc….).
La situazione del momento è comunque indicativa di quello che potrebbero
essere in futuro le relazioni tra l’ente e le associazioni qualora si continui a
non tenere conto delle diffioltà e quindi delle richieste del volontariato di
Protezione Civile ormai stanco ed allo sfinimento economico.
Il senso di responsabilità verso i cittadini e l’ambiente non ha ancora
indotto a fermare tutto ma il momento potrebbe essere vicino.
Vincenzo Carlini
Presidente Comitato Regionale Anpas Lazio

NUOVI PERCORSI SULLE STRADE DI CASA

NUOVI PERCORSI SULLE STRADE DI CASA

Dal 22 al 24 maggio migliaia di volontari in Versilia con il

15°Meeting della solidarietà: i giovani, il soccorso e la storia del

volontariato e il futuro del Terzo Settore. Una carovana di cento

ambulanze da tutta Italia. scarica il comunicato stampa

Dal 22 al 24 maggio Anpas sarà in Versilia per la quindicesima edizione del

Meeting Nazionale della Solidarietà: tre giorni in cui la più grande associazione di volontariato

laico d’Italia tornerà nelle comunità che hanno dato vita alle pubbliche

assistenze più antiche d’Italia.

La storia delle pubbliche assistenze e il futuro del volontariato, i giovani e il soccorso,

la protezione civile: questi i temi dell’evento che farà base nel comune che ospita la

pubblica assistenza più antica d’Italia, la Croce Verde di Pietrasanta, che quest’anno

festeggia 150 anni di attività. Nella tre giorni è prevista la presenza del

Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio.

Leggi tutto

Fabrizio Curcio Capo Dipartimento PC

Fabrizio Curcio, dal 2008 direttore dell’Ufficio Gestione delle emergenze

del dipartimento di Protezione civile, è stato nominato oggi Capo Dipartimento

della Protezione Civile dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

(foto ansa)

Siamo lieti di augurare buon lavoro a Fabrizio Curcio, e confidiamo che la sua nomina

rappresenti il prosieguo di un percorso comune, che ci ha consentito e ci consentirà di

continuare a offrire un servizio sempre migliore alla popolazione della nostra regione.”

ha affermato Vincenzo Carlini, Presidente di Anpas Lazio, a nome delle 20 pubbliche

assistenze presenti nella regione.