Sisma e poi…la giornata

Un’occasione per condividere esperienze e crescere insieme per i volontari di ANPAS Lazio dopo l’emergenza sisma centro Italia

Aprilia, 19 Marzo. Si è svolta oggi la giornata di confronto tra i volontari di ANPAS Lazio che hanno operato durante l’emergenza sisma centro Italia, a partire dal 24 agosto 2016 e fino alla chiusura del campo di Norcia a gennaio 2017.

I numeri dell’intervento in Centro Italia

i volontari sono intervenuti sin dai primi momenti dell’emergenza, prendendo parte alle attività di soccorso alla popolazione sia come supporto sanitario che protezione civile con ambulanze e mezzi 4×4; nei campi di accoglienza hanno svolto attività di cucina, logistica, sanitario, segreteria, trasporto, assistenza all’interno della struttura protetta e supporto psicologico a popolazione e volontari, per un impegno totale di 146 volontari nei campi ANPAS di Amatrice, Norcia, Tolentino, Foligno e Macerata e 57 nei campi della regione Lazio di Rieti ed Accumoli. L’intero intervento è stato ricoperto da 14 delle 18 pubbliche assistenze del comitato: Avs Castelnuovo di Porto, AVVIS, Nucleo Blusub, Campagnano soccorso, Cb Rondine Aprilia, Croce Azzurra Sabaudia, Croce d’oro Sud Pontino, K9 Rescue, Michela Stella Maris, Pars Riano, Praesidium, Rignano Flaminio, Santa Barbara Soccorso e Sicurezza Sociale Roma.

“Siamo felici di vedere che, tranne una, tutte le associazioni coinvolte nell’emergenza abbiano partecipato all’evento di oggi” spiega Carlini, “questo ci da modo di ringraziare personalmente tutti i volontari per l’impegno che hanno messo in campo e confrontarci direttamente con loro”.

Le attività della giornata

Terminata la plenaria iniziale, i volontari si sono divisi su tavoli di lavoro tematici sulle attività maggiormente svolte dai volontari nei campi: cucina, sanitario, struttura protetta e logistica. L’obiettivo di ogni tavolo era quello di portare alla luce, attraverso le esperienze dirette dei volontari, le criticità attraversate nei diversi momenti dell’emergenza.

Roberta Cicciola, responsabile di protezione civile regionale, ha infatti ricordato come questa giornataci sia stata richiesta direttamente dai volontari, che sentono il bisogno di confrontarsi e condividere le loro esperienze, di far uscire emozioni, sensazioni e difficoltà che hanno riscontrato durante l’esperienza del campo, soprattutto per i volontari alla prima esperienza”.

La galleria fotografica https://flickr.com/photos/105676827@N06/sets/72157678272214553

Nel pomeriggio, ogni tavolo di lavoro ha presentato un resoconto delle attività svolte, sottolineando aspetti come l’importanza di un accurato passaggio di consegne tra un contingente e l’altro e la necessità di una formazione adeguata e univoca per tutte le pubbliche assistenze.

“Da questi tavoli di lavoro sono uscite una serie di indicazioni che costituiranno quel “poi…” che ha dato il nome alla giornata e che saranno utili per pianificare e strutturare la crescita del comitato regionale verso una maggiore unità e professionalità dei nostri volontari” sottolinea il presidente Carlini. Erano presenti all’evento i responsabili di ANPAS Nazionale Egidio Pelagatti, Elsa Fulgenzi, Simona Ius e Mariasilvia Cicconi

I lavori si sono conclusi con la consegna degli attestati di partecipazione per tutti i volontari che hanno prestato servizio durante l’emergenza, tutti i presidenti e le pubbliche assistenze presenti alla giornata ed il ringraziamento particolare alla pubblica assistenza Cb Rondine che ha messo a disposizione le sale e l’attrezzatura per lo svolgimento dell’evento.

11a Conferenza di Organizzazione

Genova, 25-27 Novembre

L’11 ^ Conferenza Nazionale di Organizzazione a Genova è stata l’occasione per verificare il raggiungimento degli obiettivi congressuali e del piano quadriennale di ANPAS Nazionale. E non solo. E’ stato un momento per confrontarsi ad ogni livello dirigenziale (dai Presidenti, ai Comitati Regionali) sulla Riforma del Terzo Settore, una riforma importante che, in alcuni casi, modificherà l’impianto organizzativo di alcune Pubbliche Assistenze. Ci si aspetta a breve che il Presidente Carlini convochi i Presidenti per un momento di confronto costruttivo.

I Documenti Finali della Conferenza riguardano i cinque ambiti organizzativi, tipici della missione sociale di ANPAS. Sono stati affrontati, discussi e pubblicati anche alla luce dei temi trasversali su cui ANPAS sta focalizzando il proprio indirizzo: Formazione, Comunicazione, Codice Etico.

In ogni gruppo di lavoro erano quindi presenti facilitatori provenienti dai gruppi “Essere Anpas”, dal gruppo comunicatori e tra i volontari che hanno contribuito alla realizzazione del Codice Etico.

I documenti prodotti saranno presto oggetto di discussione a livello dei Presidenti di Associazione. ANPAS va avanti e potrà rispondere ai bisogni solo se ci sarà capacità di saperli leggere

1. Politiche Sanitarie (REPORT)

2. Politiche sociali e Welfare (REPORT)

3. Servizio Civile (REPORT)

4. Politiche Giovanili (REPORT)

5. Politiche Internazionali (REPORT)

Responsabile P.C alla Regione Lazio

Nuovo responsabile di protezione civile

L’8 Novembre  Carmelo Tulumello è stato nominato nuovo responsabile di Protezione civile della Regione Lazio. La nomina giunge mentre ricopre l’incarico di referente della Regione Lazio presso la Direzione Comando e Controllo (Di.Coma.C). di Rieti; dove sta ancora dimostrando impegno e qualità nella gestione delle emergenze legate al terremoto del centro Italia.
downloadIl suo obiettivo “sarà quello di accrescere le capacità di intervento della Protezione civile regionale. Anche sulla base dell’ importantissima esperienza maturata sul campo nelle settimane successive ai recenti terremoti, durante le quali le colonne mobili della Regione hanno dimostrato grande efficacia e capacità di assistenza“.
L’augurio di perseguirlo è proprio del Presidente di Anpas Lazio Vincenzo Carlini, il quale auspica
che il percorso intrapreso con i Coordinamenti possa usufruire di nuova linfa e dello stesso spirito di collaborazione generatosi dopo il sisma. In un clima di unità con l’unico scopo di dare supporto alla popolazione
Nei prossimi giorni, rappresentanti del Comitato Regionale Anpas Lazio chiederanno un incontro al nuovo responsabile, formulando di persona gli auguri di un buon percorso.

Corsa dei Santi 2016

Il volontariato corre con Roma:i volontari Anpas e l’assistenza alla Corsa dei Santi

Martedì 1 Novembre 2016, per il nono anno consecutivo, l’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze ANPAS, tramite il Comitato Regionale ANPAS Lazio, fornirà supporto operativo per lo svolgimento della Corsa dei Santi, la competizione a scopo benefico iscritta nel calendario nazionale FIDAL con partenza e arrivo in Piazza Pio XII per un totale di 10 km.

A differenza delle passate edizioni, quest’anno ANPAS non impiegherà i suoi volontari come avvisatori lungo il circuito della competizione.

Le risorse dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze del Lazio si concentreranno nella gestione del ponte radio e dell’assistenza sanitaria.

Saranno impiegati 25 operatori e 7 ambulanze di tipo A dislocate lungo tutto il percorso della gara, con a bordo equipaggi coadiuvati da 2 medici e 7 infermieri.

14049849813_34c06c755d

foto 8 edizione

Corso Autisti Ambulanza

Continua l’offerta formativa proposta dal Comitato Regionale.

Sabato 11 Giugno si svolgerà il primo Corso per Autisti di Ambulanza.

La sessione formativa è composta da una parte teorica (normativa e procedure operative) e una parte pratica con l’esecuzione di semplici manovre. In modo che tutti acquisiscano maggiore confidenza con il proprio mezzo. Saremo ospiti della P.A K9 Rescue, nella scuola N.Mandela in via della Pisana 309 dalle 9 alle 17.

Il Corso rappresenta un ulteriore prova della volontà del Comitato Regionale di erogare alle associate una formazione omogenea, in un clima di fraternità; caratteristica fondante della storia ANPAS.

Scarica il programma (richiede windows 7 o superiore)

 

Accordo tra ANPAS Lazio e LUMSA

Accordo di collaborazione firmato tra Anpas Lazio ed il Master di Psicologia dell’Emergenza dell’Università L.U.M.S.A di Roma

accordo

 Il protocollo firmato Mercoledì 29 Aprile, prevede la partecipazione attiva degli studenti del Master alle attività di Protezione civile organizzate da Anpas Lazio. In questo modo i professionisti che si occupano di supporto psico-sociale, attraverso l’opportunità di esperienza volontaria e di intervento sul campo, potranno: Leggi tutto

Campagnano: Giornata “guida sicura”

La Pubblica Assistenza Campagnano Soccorso è stata contattata dalla Signora Chiodini Maria Antonietta in nome dell’ Associazione “Etica & Economica Italia Onlus” di Arezzo. Hanno richiesto la nostra presenza ad un evento da loro organizzato per il 06/03 presso  la Sala Conferenze dell’Autodromo di Vallelunga, in merito alla giornata “Guida Sicura”, dedicata ai bambini di età da 3 a 12 anni. 

Il compito di noi volontarie in servizio civile, è stato quello di mostrare e far comprendere  con un linguaggio semplice la Chiamata di soccorso e la Posizione di sicurezza. Trattandosi di bambini, non si poteva concludere che con una Visita all’Ambulanza
Veronica, Fabiana, Carlotta e Jessica,

ARANCIO IL MIO COLORE

Arancio il mio colore Anpas il mio logo

questo meeting Anpas è durato troppo poco.

Alza gli occhi al cielo guarda ‘sta città

è tutta dell’Anpas e ce dovete sta’

Lo slogan invade Pietrasanta, cantato a squarciagola dai volontari di Anpas Lazio

durante la sfilata per le vie della cittadina toscana che ospita il XV meeting Anpas.

Da chi è arrivato il giovedì sera a chi ha fatto una “toccata e fuga” per un solo

giorno, tutti ugualmente stanchi e zuppi di pioggia, i volontari dilagano nelle vie

e nelle piazze, con i cuori ingentiliti da tre giorni di emozioni, sorrisi, balli, cori,

prove di qualificazione per il Samaritan Contest, sfilate di mezzi, caffè per il Nepal

e momenti istituzionali.

A voler ringraziare tutti, da Anpas Toscana che ha ospitato il meeting ai cittadini

di Pietrasanta che hanno accolto col sorriso mille e più volontari arancioni,

si arriverebbe a domani e ci si dimenticherebbe sicuramente qualcuno; a voler raccontare

certe emozioni e certi sorrisi, li si sminuirebbe…le immagini…sì, forse le immagini

riescono a trasmettere qualcosa di più…ma bisogna viverlo, un meeting Anpas,

viverlo per accorgersi che, all’improvviso, il cuore di ognuno diventa il cuore di mille.

I MILLE di PIETRASANTA

I mille di Pietrasanta

Tre giorni di meeting vissuti intensamente all’interno dell’Anpas Nazionale e nella terra dove è forte da sempre la cultura della solidarietà. Lo scenario è Pietrasanta in Versilia, il numero dei partecipanti evoca un numero storico, i Mille – tanti quanti sono stati i volontari presenti al meeting.

Tanti hanno raccontato il meeting con immagini, video, manifestazioni; io proverò a raccontarlo con le parole di un Presidente orgoglioso e fiero dei volontari del Lazio, perché abbiamo  contribuito a rendere il meeting bello ed emozionante, intervenendo con oltre 60 volontari partiti a scaglioni: chi venerdì, chi sabato con andata e ritorno il giorno stesso. Si è fatto il possibile per esserci e per poter dire ho vissuto le emozioni del meeting, della sfilata tra le vie di Pietrasanta, ho rivisto amici con i quali ho condiviso emergenze, corsi, incontri, ho conosciuto nuovi volti, ho confrontato il mio modo di essere volontario con altri volontari di altre realtà territoriali, ho visto cosa ci unisce e cosa ancora ci separa.

Leggi tutto

#Meetanpas di Simona

23 Maggio  2015

secondo giorno del XV Meeting Anpas, la giornata sicuramente
più ricca di eventi e più emozionante per tutti noi.
Vieni chiamato a svolgere il compito di valutatore per le gare
del pre-contest SAMI.
Ore 09.00 si arriva in postazione…è tutto pronto per cominciare!
Si percepisce l’emozione e l’adrenalina dei ragazzi che a mano a
mano arrivano sullo scenario, sono lì che con un colpo d’occhio
osservano i figuranti, cercano di capire al volo le dinamiche
da intraprendere, ti guardano..come se aspettassero una conferma
e poi invece eccoli lì che come un diesel partono super carichi
e iniziano lo scenario: tutti bravi, sicuri di sè, pronti ad affrontare
senzaesitazioni il soccorso.
Tutti ragazzi di Anpas che si sono saputi mettere in gioco
in maniera ammirevole.
Simona Pinco

 

ARRIVATI AL MEETING

Siamo quasi tutti arrivati a Pietrasanta. Da Bolzano ad Orgosolo.

Il clima è davvero di festa, le facce sorridenti

sono lo standard che tutti mantengono. La sera arriva subito, la cena, i cori,

i brindisi e le prime foto.

Il Presidente arriva per ultimo stasera ma ci trova ad aspettarlo. Ora

ANPAS Lazio c’è. E aspetta domani.

Castelnuovo Modulo 2

Stavolta lasciamo spazio a chi c’era e ha deciso di raccontarci qualcosa.

Non ci sono solo le foto di questa “seconda parte della seconda giornata”, ma delle frasi
raccolte tra i volontari.
E speriamo che, leggendole con attenzione, diano a tutti il senso della giornata vissuta
tra formazione, attività di team building e tanta voglia di stare insieme.
Un piccolo riassunto di cosa abbiamo imparato, vissuto e cosa ha stimolato una riflessione approfondita.

Carta d’Identità di Anpas

Il presente documento, nell’ambito del percorso di costruzione del Bilancio Sociale

di Anpas nazionale,è stato realizzato a seguito del seminario

“L’Identità di Anpas in una società in movimento”

svoltosi il 25-26 novembre 2006 a Poppi e Bibbiena (AR) e approvato dall’Assemblea

nazionale Anpas, il 26 maggio 2007 a Stupinigi (TO).

La redazione del documento è il prodotto di un percorso partecipato che ha visto coinvolti

componenti della Direzione, del Consiglio nazionale, dei Comitati regionali e della

Segreteria nazionale, con la collaborazione di “Le Reti di Kilim” di Firenze.