“Sicuro con Fido”

Il 3 giugno, presso l’Istituto Comprensivo Cornelia 73 di Roma,si è svolta la prima attività del progetto “Sicuro con Fido”, per la prevenzione dei rischi attraverso l’interazione con cani addestrati a lavorare con i minori.

Sviluppata dalla Pubblica Assistenza Praesidium del comitato Anpas Lazio come coronamento della Cascata Formativa 3, finanziata dal Dipartimento della Protezione Civile, l’iniziativa ha visto come protagonisti due Labrador – Perla e Orso – che sono stati veicolo dei messaggi di prevenzione del rischio terremoto.

Durante la giornata, i 100 ragazzi delle classi che hanno partecipato alle attività, hanno potuto accrescere le loro conoscenze sulla prevenzione del rischio attraverso attività svolte dagli operatori specializzati in attività ludico-educative con animali.

Oltre a fare la conoscenza dei due cani, gli alunni hanno potuto imparare quale sia il corretto approccio a questi animali, quali siano i comportamenti da attuare in caso di evento avverso e capire, attraverso un’esercitazione pratica, come funziona la ricerca di un disperso.

Carmine Lizza, responsabile nazionale di protezione civile Anpas:

Questa attività conferma che la formazione messa a sistema per gli operatori della Colonna Mobile Nazionale trova la sua applicazione anche nei tempi di pace evidenziando la grande duttilità della nostra idea di protezione civile che ha come obiettivo principale, oltre l’emergenza, lo sviluppo della resilienza delle nostre comunità a livello locale

Un breve video realizzato dai volontari impegnati nell’attività

vacanze: il sole, il relax….e gli incendi

Come tutti gli anni, l’estate è caratterizzata dalle vacanze, il sole, il relax….e gli incendi.

Anche quest’anno, infatti, i nostri volontari non hanno risparmiato le energie e gli sforzi per gestire tutte le attività riguardanti l’antincendio boschivo (AIB) di avvistamento e spegnimento: a partire da maggio sono stati oltre 125 gli interventi effettuati dalle nostre pubbliche assistenze su tutto il territorio laziale, in collaborazione con la sala operativa della Regione Lazio.

Solo il 17 agosto, il vasto incendio che ha colpito la località di Terracina (LT) ha richiesto l’intervento di due nostre associate per 17 ore consecutive, mettendo duramente alla prova le forze di tutti i volontari impegnati.

Le attività legate all’AIB sono fondamentali per la salvaguardia del territorio e, mai come quest’anno, il caldo e la siccità hanno contribuito ad incrementare il numero degli interventi e la necessità di avere sempre più associazioni con mezzi e volontari formati adeguatamente a fronteggiare ed impegnarsi in queste emergenze.

Tutte le immagini relative agli interventi AIB sono qui: https://flickr.com/photos/105676827@N06/sets/72157687967897515

Maratona di Roma 2017: il Report e le foto

Domenica 2 Aprile, il maltempo tanto annunciato ha colpito la capitale e i maratoneti che hanno percorso i 42 km della competizione più famosa di Roma quasi interamente sotto la pioggia.

Anche quest’anno Anpas Lazio ha messo in campo la maggior parte dei suoi volontari per garantire assistenza sanitaria lungo tutto il percorso della competizione. I 150 volontari delle 14 pubbliche assistenze presenti, divisi tra 4 postazioni di assistenza sanitaria fisse con tenda, 12 ambulanze, 1 auto medica e 15 mezzi per il supporto logistico, hanno operato 59 interventi, di cui 1 codice giallo e 58 codici verdi.nche quest’anno Anpas Lazio ha messo in campo la maggior parte dei suoi volontari per garantire assistenza sanitaria lungo tutto il percorso della competizione. I 150 volontari delle 14 pubbliche assistenze presenti, divisi tra 4 postazioni di assistenza sanitaria fisse con tenda, 12 ambulanze, 1 auto medica e 15 mezzi per il supporto logistico, hanno operato 59 interventi, di cui 1 codice giallo e 58 codici verdi.nche quest’anno Anpas Lazio ha messo in campo la maggior parte dei suoi volontari per garantire assistenza sanitaria lungo tutto il percorso della competizione. I 150 volontari delle 14 pubbliche assistenze presenti, divisi tra 4 postazioni di assistenza sanitaria fisse con tenda, 12 ambulanze, 1 auto medica e 15 mezzi per il supporto logistico, hanno operato 59 interventi, di cui 1 codice giallo e 58 codici verdi.

“È in queste situazioni che si vede la forza e l’unione del movimento Anpas” spiega Elsa Fulgenzi, responsabile della postazione di assistenza sanitaria fissa con tenda regionale (PASFT) di Navona “solo in questa postazione, 6 diverse pubbliche assistenze hanno collaborato e agito come un sol uomo: operatori logistici, avvistatori, fisioterapisti, soccorritori, infermieri e medici hanno unito le forze per dare supporto rapido e professionale a 360 gradi agli atleti”

La gallery completa della maratona la trovate qui:

 

Progetto della Lilla Onlus

La Pubblica Assistenza Lilla Onlus,con la sua presenza nel sociale e con il suo progetto “mi occupo di te per occuparmi di me”,diventa parte del percorso di sussidiarietà previsto dal piano sociale regionale.
I suoi interventi “non convenzionali” sono l’esempio di come anche una piccola associazione psico-sociale di volontari cinofili possa dare un importante aiuto alle fasce deboli della popolazione.
“Mi occupo di te per occuparmi di me” rientra a pieno titolo nell’obiettivo del piano sociale del “prendersi cura” ed e’ il filo conduttore di tutti gli interventi della Lilla Onlus.
Il protagonista e’ il cane e la relazione tra cane e uomo.
Il rapporto con il cane permette la creazione di legami e spazi sicuri li’ dove le difficoltà relazionali, l’incapacità di empatia verso l’esterno e forti fobie ed insicurezze incidono fortemente sulla capacita’ di una vita sociale autonoma e soddisfacente.
Attraverso il rapporto con il cane si può imparare a sviluppare la capacità empatica e trasferirla alle proprie esperienze: quindi acquisire la capacità di curarlo, conduce alla comprensione del proprio bisogno di essere accudito.
Il cane funge da rafforzatore dell’autostima, da catalizzatore nelle cure dei disturbi emotivi e come base affettiva sicura in situazioni di disagio sociale e relazionale.

Nel 2015 la Lilla ha iniziato una collaborazione con il Centro della Giustizia minorile per il Lazio, Abruzzo e Molise per i minori sottoposti al provvedimento della messa alla prova; ottenendo ottimi risultati riconosciuti anche dal Tribunale per i Minorenni in occasione di udienza definitiva.

Questo primo percorso ha portato all’ampliamento della collaborazione prevedendo, in un prossimo futuro, la creazione di una struttura stabile che possa accogliere minori e giovani adulti sottoposti a misure penali non detentive, a misure alternative e sostitutive del carcere e minori e giovani adulti a rischio di esclusione sociale e/o devianza.
Lo sviluppo del progetto, ormai diventato il segno distintivo della Lilla, prevede, in collaborazione con il servizio psichiatrico pubblico, un percorso specifico per persone affette da problematiche psichiche e l’accoglienza di giovani in difficoltà per i tirocini lavorativi.

Stra-Baby a Vallelunga

Spiegare e far eseguire le manovre di primo soccorso a bambini in età scolare. Ci si è riusciti all’autodromo di Vallelunga. Grazie ai volontari della PA Campagnano Soccorso che hanno riproposto il progetto “STRA-BABY”. “Il progetto “STRA-BABY” nasce con lo scopo di far conoscere ed insegnare i comportamenti basilari da assumere di fronte ad un’emergenza sanitaria” ci dice Roberto Fiori, Presidente PACS.

Considerando che nei tre giorni della manifestazione, 8/9/10 Ottobre, circa cento tra bambini e ragazzi hanno partecipato alle attività, Anpas Lazio si augura che il progetto e la collaborazione con l’autodromo proseguano nel corso degli anni.copia-quando-la-stampi-i-loghi-non-sono-tagliati14647413_10202232986943001_1597293790_o

 

 

Campagnano: Giornata “guida sicura”

La Pubblica Assistenza Campagnano Soccorso è stata contattata dalla Signora Chiodini Maria Antonietta in nome dell’ Associazione “Etica & Economica Italia Onlus” di Arezzo. Hanno richiesto la nostra presenza ad un evento da loro organizzato per il 06/03 presso  la Sala Conferenze dell’Autodromo di Vallelunga, in merito alla giornata “Guida Sicura”, dedicata ai bambini di età da 3 a 12 anni. 

Il compito di noi volontarie in servizio civile, è stato quello di mostrare e far comprendere  con un linguaggio semplice la Chiamata di soccorso e la Posizione di sicurezza. Trattandosi di bambini, non si poteva concludere che con una Visita all’Ambulanza
Veronica, Fabiana, Carlotta e Jessica,

K9 e Run For Toys

Si svolgerà il 13 dicembre 2015 la maratonina benefica a 2 e 6 zampe finalizzata alla raccolta di giocattoli per i bambini di una casa famiglia.

Partenza dalla stazione FS Gemelli fino a Monte Ciocci dove sarà allestito il Villaggio della Prevenzione.

Di seguito, locandina e programma della giornata.

K9 R4T 2015 bis K9 R4T 2015

Benvenuta Croce D’Oro Sud Pontino!!!

Lo scorso fine settimana è entrata ufficialmente nella grande famiglia di Anpas Lazio la nuova Pubblica assistenza Croce D’Oro Sud Pontino,  .

Nelle parole del Presidente, Simone Mati, la filosofia di questa nuova Pubblica, nata da appena un anno, ma che merita decisamente il nostro Benvenuto!!

<< Con grande soddisfazione ed entusiasmo abbiamo accolto la nostra ammissione ad ANPAS.

La nostra Associazione, come avrete notato, è molto giovane, il prossimo marzo compirà appena un anno. Ma nonostante ciò, ci siamo subito attivati.

Con i primi volontari, infatti, abbiamo prestato diversi servizi di protezione civile come supporto al Comune di Sperlonga, ed abbiamo partecipato ad eventi di promozione del primo soccorso.

Nel frattempo, abbiamo avviato una serie di percorsi formativi rivolti ai volontari. Primo tra i quali, il “Corso di approccio alla Protezione Civile”. A breve ne seguiranno altri, con il preciso intento di gettare delle solide basi per onorare nel migliore dei modi sia il nostro ingresso in ANPAS e sia le convenzioni che l’Associazione stessa ha stipulato con i Comuni di Sperlonga e di Campodimele.

Questi ultimi, infatti, gestendo in forma associata la funzione di Protezione Civile, ci hanno messo a disposizione locali ed un mezzo per essere, fin da subito, presenti sul territorio.

Contemporaneamente siamo decisi ad organizzare il servizio sanitario, almeno in uno dei Comuni in cui siamo presenti.

Intendiamo, inoltre, far nascere un primo centro di aggregazione per giovani, facendo fronte alle esigenze e alle mancanze del territorio.

Vogliamo diventare una realtà del Sud Pontino e soprattutto vogliamo trasmettere la mentalità, i valori e gli scopi sociali che contraddistinguono ANPAS.

Mentalità, valori e scopi sociali nei quali ci identifichiamo, ma che allo stesso tempo, con rammarico, ci siamo accorti non essere condivisi dalle altre associazioni locali presenti sul territorio nel quale operiamo.

Nostro preciso intento, quindi, è anche quello di aprire nuove strade che, inevitabilmente, dovranno arrivare il più vicino possibile ai valori e agli scopi di ANPAS.

In altri termini, la nostra Associazione vuole diventare una Grande Famiglia a servizio della comunità.

Grazie per la fiducia.

Simone Mati, Presidente>>